Javascript DHTML Drop Down Menu Powered by dhtml-menu-builder.com
 

 

REMUNTADA DA URLO - Risultati

 

Con una remuntada in perfetto stile Scirea i bianconeri riescono a battere la Dilettantistica Regalbuto, tra le mura amiche del Club Italia, col punteggio di 6-5.

Il successo contro i regalbutesi è il terzo consecutivo per lo Scirea. I bianconeri difatti nell'ultimo turno aveva ritrovato il successo esterno battendo a domicilio il Città di Leonforte per 3-7, ed ancor prima il Villa Passanisi, al Club Italia, per 9-5. Prima del filotto di vittorie consecutive, gli uomini del presidente La Rosa erano tornati con l'amaro in bocca dalla trasferta di Altofonte chiusa per 5-3 in favore dei locali del Real Parco.

 

Scirea-Regalbuto è stata una partita bella e intensa giocata a viso aperto da entrambe le formazioni. Un primo tempo tutto di marca ospite. La Dilettantistica infatti ha chiuso la frazione sul 2-3, riuscendo a portarsi addirittura sul 2-4 ad inizio ripresa. La solita e veemente reazione dello Scirea ha mostrato il vero cuore di questa squadra che, sotto per 3-5 a dieci minuti dal termine, è riuscita a conquistare la vittoria con un forcing finale encomiabile. Per i bianconeri in rete Giovanni D'Angelo, Roberto D'Orio con una doppietta ed infine Giovanni Montevago che, con la tripletta odierna, porta a 37 le realizzazioni personali in questa stagione del massimo campionato regionale. Lo Scirea nell'ultimo mese ha ritrovato il piglio giusto, la costanza dei risultati e cosa ancora più importante ha ritrovato tutto il roster fermo ai box tra squalifiche ed infortuni.

 

 

28.02.2015 Real Parco vs JUVENTUS G.SCIREA   5-3

3 reti Montevago

 

07.03.2015 JUVENTUS G.SCIREA vs Villa Passanisi   9-5

3 reti Montevago - 3 reti D'Orio - 2 reti Pitarresi - 1 rete Tralongo

 

14.03.2015 Città di Leonforte vs JUVENTUS G.SCIREA   3-7

5 reti di Montevago - 1 rete D'Orio - 1 rete Tralongo

 

IL GIOIELLINO

 

E' uno dei fiori all'occhiello del vivaio dello Scirea. Giovanni Montevago con i suoi sedici gol stagionali è una delle piacevoli conferme della scuola di Totò La Rosa. Tantissime le richieste pervenute al direttore sportivo Giuseppe Ganci, ma fortissima è stata la volontà del giovane giocatore di continuare a vestire ancora la maglia bianconera. Sulle spalle l'onere di sostituire il bomber Turi Prestigiacomo inventandosi come pivot, ruolo di certo non suo, e ricoprendo questa nuova veste in maniera praticamente perfetta.